Blogkute

  • walking in palestra

    L’evoluzione della camminata

    Tra tutte le attività che l’uomo compie durante la sua esistenza, camminare è sicuramente una delle più naturali, insieme al mangiare e al dormire.

    Rispetto a queste due attività, però, la camminata è stata anche sviluppata nel corso dei secoli come strumento per tonificare e tenere in forma il proprio corpo: termini come “correre” e “jogging” non sono altro che un’evoluzione di quell’attività che nella storia dell’Umanità è coincisa con l’avvento dell’Homo Erectus, più di 7 milioni di anni fa.

    Oggi il camminare per restare in forma è diventato ancor più importante grazie all’avvento di una nuova disciplina, il walking. In queste righe proveremo a rispondere a domande del tipo: il walking cos è? Quali benefici vanta rispetto al classico jogging?

    Alla scoperta del walking in palestra

    L’innovazione di questa disciplina, in buona sostanza, è anzitutto nell’applicazione di piccoli pesi sul corpo: possono essere tenuti in mano o applicati direttamente alle caviglie, il loro obiettivo è quello di provocare maggior fatica durante la camminata, e di conseguenza di accelerare il metabolismo.walking cos è

    Tuttavia, i pesi non sono tutto: in questa disciplina contano anche ritmo e durata. Il walking, come tutte le altre attività sportive, prevede un percorso di crescita: si inizia a camminare con un ritmo blando per 10 o 15 minuti, per arrivare ad oltre 30 minuti di camminata a passo intenso.

    I benefici che questa disciplina apporta al nostro corpo sono tantissimi: migliora la funzionalità del sistema cardiocircolatorio, l’intera muscolatura viene tonificata, e si consumano in media dalle 300 alle 400 Kcal per ogni ora di attività. I benefici sono anche psicologici: secondo recenti studi, infatti, grazie al walking in palestra migliora l’umore e accresce la propria autostima.

    Un ulteriore evoluzione: il Circuit Walking

    L’allenamento Walking descritto sinora è solo però l’approccio iniziale a questa disciplina, consigliato a coloro che devono prima familiarizzare con questa attività.

    allenamento walkingUna volta raggiunta una condizione fisica accettabile, infatti, la vera sfida è sostenere un allenamento Walking Circuit, un’evoluzione di questa disciplina in cui alle camminate si alternano esercizi di tonificazione.

    Non occorrono tanti attrezzi per sostenere l’allenamento Walking Circuit: sono sufficienti piccoli pesi (anche da 1 kg), scarpe da corsa ed un elastiband (elastico per allenamenti).

    Una sessione completa prevede camminate da 5 minuti intervallate dai più comuni esercizi a corpo libero come crunch, piegamenti, squat, alzate laterali con elastiband, ecc.

    I più temerari, inoltre, possono sostenere i 5 minuti di camminata previsti sulla sabbia anziché sul tapis roulant. Il walking in palestra può essere quindi quello che stavate cercando per abbinare alla ricerca della perfetta forma fisica anche un’attività stimolante e per niente noiosa.

    Condividi


0 comment

Leave a reply