Blogkute

  • Brazilian Jiu Jitzu

    Che cos’è il BJJ (brazilian jiu jitsu)

    Negli ultimi tempi sta dilagando un’arte marziale chiamata brazilian jiu jitsu ma che con il jūjutsu ha davvero poco a che fare. Inventata da Mitsuyo Maeda nel secondo decennio del Novecento e ampliata da maestri brasiliani, la bjj è caratterizzata da un combattimento a terra e da leve e strangolamento.

    L’obiettivo è appianare le divergenze tra i due combattenti spostando la lotta a terra. Quest’arte marziale è particolarmente utile per annullare la potenza di un rivale più alto e grosso. Molti chiamano questa disciplina “l’arte del debole che vince sul forte”.

    combattimento bjj

    Maeda era un grandissimo judoka ma quando lasciò il Giappone nel 1914 venne presentato come il Maestro del jūjutsu ed è per questo che questa nomenclatura è stata mantenuta. All’epoca, questi due termini erano equipollenti ma in Giappone il termine ufficiale è Judo.

    Perché scegliere di praticare il brazilian jiu jitsu?

    Il brazilian jiu jitsu è molto diverso dal suo predecessore ed è molto più completo. È uno sport completo che aiuta i ragazzi e gli adulti a compiere un percorso fisico e spirituale e non sorprende che sia considerato un Dō di vita, ovvero un cammino spirituale che differenzia le arti marziali dai meri combattimenti.

    Un’arte marziale consigliata a bambini e adulti per l’approccio mentale e psicologico ma anche perché è uno sport con pochi infortuni e ciò piace particolarmente ai genitori o a chi è fuori allenamento.

    Perché non bisogna confondere judo e karate

    bjjAlcuni occidentali tendono a confondere queste due discipline, sbagliando!

    La differenza tra karate e judo sono tante, in primis il karate è un’arte marziale di difesa e attacco, che contempla l’utilizzo di calci e pugni cosa che invece non avviene nel judo.

    Un judoka è un atleta che studia il proprio avversario e cerca di metterlo a terra attraverso leve, tecniche di sottomissione ma nessuna tecnica pericolosa.

    L’obiettivo del judo è molto più spirituale che vuole riunire l’animo umano con il cosmo.

    Entrambe sono ottime discipline a cui approcciarsi ma è bene tenere a mente che il karate è più aggressivo e potenzialmente pericoloso.

    Condividi


0 comment

Leave a reply